top of page
  • Immagine del redattoreDalia Pernice

8 Marzo 2021 alla conquista di noi stesse

Oggi 8 Marzo 2021 festeggiamo la giornata internazionale della donna, ricorrenza che dovrebbe onorare la donna per le sue doti e potenzialità nel suo essere speciale.

E invece, tutt’oggi, piuttosto che parlare di ciò, dobbiamo ancora ricorrere ad argomenti quali la violenza sulla donna, la parità di diritti mancati, il catcalling ed altre problematiche di altissimo rilievo. Ma, per un giorno, mi piacerebbe poter festeggiare quanto possiamo essere belle e forti noi donne, quanto lo sono state tutte quelle donne che hanno lottato, quanto tutte coloro che sono perfette, perfette nel senso che hanno costruito il loro futuro, allenando la loro anima giorno per giorno in una palestra di cultura, quanto ancora le donne che proclamano i loro diritti, non in relazione all’uomo, ma in quanto donne, perché noi valiamo non quanto possa determinare il nostro sesso, ma in quanto esseri umani, con una mente pronta ad accogliere ogni curiosità che la vita offre. Oggi, in particolar modo, dovremmo pensare a tutte quelle donne che nel loro riflesso allo specchio non vedono nulla di buono, non nutrono autostima, non riconoscono il loro valore e non sanno ricredersi tutte quelle volte in cui si sottovalutano, mortificano il proprio corpo per mancato amore e per mancata accettazione di se stesse. Donne che non riuscite a raggiungere i vostri obiettivi, non sottovalutatevi! La vita non si ferma mai, non vi sono limiti ma solo orizzonti.

Oggi come tutti i giorni vorrei ricordare donne che sono state capaci di dare l’esempio, donne che possono essere un spunto non solo di ispirazione, ma un punto di riferimento per donne che ancora esitano. Vorrei ricordare donne come Malala, Malala che si è battuta non solo per i suoi diritti ma per i diritti di tutte. Dovremmo essere educate al valore della solidarietà femminile, di cui tanto parliamo, ma che raramente mettiamo in atto: Malala ha creduto che in ogni singola donna ci fosse l’opportunità di diventare qualcuno e questa occasione deve essere concessa.

Ed ancora donne simbolo di coraggio, come Oriana Fallaci, Rita levi Montalcini, grande esempio di mente aperta, o Marie Curie.

Potrei continuare questo elenco perché in ogni donna ci sono grandi potenzialità.

Quindi, care donne, oggi guardatevi allo specchio e amatevi, amatevi per quello che siete e per quello che potrete diventare assaporando la vita come dovreste, non arrendendovi mai a un presente cupo, non decidete che non ci sia speranza per il futuro, perché la storia può essere scritta da noi stesse.

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

OMOGENITORIALITÁ E LA CONDANNA DEL GOVERNO MELONI

Recentemente il Senato ha bocciato il Regolamento UE che chiede il semplice riconoscimento dei diritti dei figli non solo di coppie dello stesso sesso, ma anche adottati o avuti tramite maternità surr

bottom of page