top of page
  • Federico Barraco

La Fine di una Meravigliosa Simbiosi

Una magnifica simbiosi tra polipi -organismi animali- e zooxantelle -microrganismi fotosintetici unicellulari- forma i coralli.


Gli Antozoi, nome scientifico dell’oro rosso, è un esempio di come la natura cerca di sopravvivere in modo longevo, cercando di aiutarsi a vicenda tra vari organismi La sua formazione è molto lunga, per solo pochi centimetri di diametro ci vogliono 50 anni. Questa meraviglia veniva usata per decorazione e gioielli anche nel nostro territorio, basta pensare a tutte le bellezze del Museo Pepoli di Trapani, dove si possono vedere le splendide opere delle maestranze trapanesi. Il modo in cui si ricavava il corallo, però, è stato distruttivo per interi atolli di corallo, infatti, gli antozoi venivano pescati tramite l’ingegno, strumento formato da due pali di legno o ferro messi a X, alle quali estremità erano legate delle reti, che, veniva fatto passare sui fondali e distruggeva interi ceppi. Altro problema dei coralli è causato dal “Global Warming”. Gli studiosi affermano che i “fiori animali” si stanno estinguendo a causa dell’aumento di temperatura che provoca all'intera struttura una sorta di "febbre". I microorganismi, così, non sono più in grado di produrre nutrimento, pertanto i polipi del corallo espellono l'alga simbiontica, facendo assumere alla struttura calcarea una colorazione

più pallida o lasciandola completamente bianca. In assenza dell'unica fonte di nutrimento, i polipi sono destinati a morire di fame. Questo fenomeno, detto sbiancamento dei coralli, è sempre più attuale e sta portando alla completa estinzione dei coralli vivi. I biologi stanno cercando di trovare un rimedio, ma per ora l’unica soluzione percorribile, sembra essere quella di ridurre il Global Warming. Infatti, se la temperatura torna normale dopo poco tempo e il corallo non ha subito uno stress significativo, questo ritorna rapidamente sano; in caso contrario, vi è il rischio che, una volta iniziato lo sbiancamento, il corallo continui a espellere le alghe simbiotiche. È dovere dell’uomo, quindi, rispettare il corallo mantenendolo nelle sue condizioni iniziali: “la bellezza della rosa, il colore del sangue, il limpido del cristallo, il calore del fuoco” (Vittorio Rossi).

Font Wikipedia

17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page