top of page
  • Silvia Agosta

LA POLITICA E I GIOVANI


La maggior parte dei giovani mostra disinteresse nei confronti della politica, solo una minima parte si ritiene sufficientemente informata sull’argomento. A proposito di ciò ho pensato di porre la questione direttamente ai giovani intervistando un ragazzo, Giuseppe Alessandro Lentini, che ricopre il ruolo di portavoce all’interno di un gruppo politico giovanile ,‘’Gioventù nazionale’’, cercando di capire, seguendo il suo punto di vista, i motivi di tale disinteresse.


- Ritieni che tra i ragazzi ci sia una giusta informazione riguardo alla politica? Se no, quale soluzione suggeriresti per carpirne l’attenzione?

Più che parlare di ‘’giusta informazione’’ parlerei di ‘’distanza’’ tra i giovani e il mondo della politica, distanza che ha iniziato ad accentuarsi dall’inizio della seconda repubblica. Oltre ad essere sicuramente cambiate le tematiche della politica, sono anche cambiati gli interessi e gli obiettivi dei giovani. La politica dovrebbe cercare di adattarsi il più possibile alle tematiche dei giovani, cosa che negli ultimi anni non ha fatto. Inoltre i mezzi con cui la politica comunica devono essere sicuramente diversi rispetto al passato.


- Per ricevere informazioni ed essere pronti a costruire il futuro, qual è la via, il modo più adatto?

Per informarmi e prepararmi al futuro andrei indietro nel tempo andando a capire come nasce la nostra Costituzione, come si evolve il nostro sistema e da lì possiamo ben capire ciò che ci sta attorno e le varie sfaccettature della politica odierna. Se non conosciamo bene il passato, come pretendiamo di conoscere il presente? Le fonti da cui attingere informazioni sono molteplici, ma la cosa importante è andare a confrontare le varie informazioni recepite per avere un pensiero più ampio e più libero possibile … sarebbe meglio avere una prospettiva completa prima di decidere riguardo al proprio futuro.


- Da un paio di anni è stata introdotta come materia scolastica l’Educazione civica, pensi che qualche ora settimanale riesca a formare bene un ‘’cittadino del futuro’’?

L’Educazione civica è una materia molto importante, introdotta per la prima volta nel 1958 dal grandissimo Aldo Moro. Il problema è che a tale materia non viene data l’importanza che merita, dovrebbe essere approfondita di più e dovrebbero anche esserci più ore a disposizione per potere affrontare più tematiche possibile. Ritengo sia necessaria l’introduzione in tutte le scuole della materia ‘’Diritto costituzionale’’ per poter capire la nostra forma di governo, la forma di Stato e la differenza tra le varie forme di governo.


- Constatata la tua giovane età, cosa ti ha spinto ad interessarti alla politica e perché gli altri giovani dovrebbero prenderti come ‘’modello’’ e cominciare a fare lo stesso?

-

Ciò che mi ha spinto a fare politica in modo attivo è l’interesse per la politica stessa e la consapevolezza nel capire che la politica è uno dei mezzi per poter governare. Se abbiamo l’obiettivo di cambiare il nostro territorio, se veramente vogliamo cambiare le sorti del nostro Paese, il modo migliore è quello di fare politica.


- Alla domanda ‘’cos’è la politica? ’’ cosa risponderesti?

Rispondere a questa domanda non è assolutamente facile; è sicuramente qualcosa di veramente importante e occuparsene richiede molto tempo della tua vita. Non si può sicuramente ricorrere ad una definizione blanda, che possono dare tutti. La risposta che può dare uno che ama la politica, un politico, è che la politica non si può definire.

39 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Frida Kahlo

bottom of page